Itinerario 3 MOD - Combi-Pasturo-5su proposta della SCUOLA DI PASTURO

 
GUSTO: TALEGGIO Nell’alta Lombardia, nel IV secolo a.C., si insediò la popolazione celtica degli Orobii, dedita all’agricoltura e alla pastorizia. Le risorse di questi luoghi erano, oltre ai prodotti della terra, la carne e il latte. Quest’ultimo prodotto, se era eccedente ai bisogni familiari, veniva utilizzato per produrre bevande acidificate. Solo in seguito, grazie all’esperienza degli Orobici, si passò alla produzione dei formaggi molli (primo tra questi la “Orobiolina” o “Robiolina” che deve il suo nome proprio agli Orobii). Col passare dei secoli, la Lombardia divenne la patria di particolari formaggi come il “Quartirolo di monte” e lo “Stracchino quadrato”. La Valsassina ha sempre avuto un vantaggio in più nella produzione di questo formaggio per la presenza delle “Lanche” che sono delle grotte nella montagna da cui proviene un soffio costante, fresco, gradevole. In queste lanche, fin dai tempi antichi, i casari portavano il taleggio per la stagionatura e la conservazione. Il taleggio, il formaggio re della Valsassina, chi l’ha inventato, chi l’ha messo per primo nelle lanche a maturare? La sua storia si perde nella notte dei tempi, ma a Pasturo c’è ancora qualcuno che continua a produrlo seguendo una tradizione tramandata da padre a figlio.
 
ITINERARIO: PERCORSO 1 tempo di percorrenza: 1.30 h percorrendo la strada – 1 h percorrendo la mulattiera dislivello: 400 metri segnavia: partenza: Pasturo, via Castagneti arrivo: loc. Cornisella (Oneda-Rizzolo), 1050 m s.lm.

Partendo da Via Castagneti si imbocca la strada locale asfaltata si trasforma in una strada agro-silvo-pastorale che si può percorrere agiatamente fino alla chiesetta degli Alpini dedicata a Maria Regina Pacis (1052) loc. Cornisella. Da qui si può proseguire fino all’Agriturismo Brunino per godersi un ottimo pasto oppure raggiungere la lo. Rizzolo.

ITINERARIO: PERCORSO 2 tempo di percorrenza: 1.15 h dislivello: 580 metri segnavia: partenza: Pasturo, Fraz. Baiedo arrivo: Piani di Nava

Lasciando la macchina nei pressi del bar “La Rocca” ci si incammina lungo Via B. Anesetti piegando a sinistra per una stretta stradina in salita che conduce ad un ponticello. Proseguire quindi fino ad un trivio: svoltare a sinistra. Percorrere tutta la mulattiera fino ad arrivare ai primi prati di Nava. Attraversare quindi il piano fino a raggiungere il Rifugio Riva.

ITINERARIO: PERCORSO 3 tempo di percorrenza: 45 min dislivello: 50 m segnavia: partenza: sede della Comunità Montana arrivo: centro abitato di Pasturo

Il primo tratto dell’itinerario è una tranquilla pista ciclabile nel bel mezzo della Valsassina, ben mantenuta, praticamente pianeggiante, ottima per famiglie con bambini piccoli. Al secondo ponte svoltare a sinistra, attraversare la provinciale in prossimità del passaggio pedonale e proseguire per la stradina tra le vecchie cascine che conduce all’abitato di Pasturo.

 

IL PERCORSO IN PDF

 

PUNTI DEL GUSTO E DI INTERESSE

Invenizzi e Rota Viale Trieste Tel. 0341/955218
Punto vendita formaggi

Invernizzi Francesco Via Provinciale – Pasturo (LC)
Punto di vendita formaggi: 9.00-12.00 – 15.00-19.00

Invernizzi Daniele Via Provinciale 28 Pasturo (LC) Tel. 0341/919945
Punto vendita formaggi: orario 9.00-12-.00 – 15.00.-19.30

Azienda Agricola Pratobuscante Via Fornace n. 5 Barzio (LC) Tel. 0341/998469
Menù del gusto a € 15.00: Bis di pizzoccheri e tagliatelle – Grigliata di carne e contorno o spezzatino con polenta – Torta o gelato di nostra produzione – Acqua – Caffè
Possibilità di visita alla stalla.

Agriturismo Brunino Loc. Brunino 23818 Pasturo (LC) Cell. 3802957590
Menù del gusto a € 15.00:
antipasto di affettati misti nostrani – Polenta con le “costine di Brunino” – Dolce (Tiramisù di fragole- Torte caserecce) – Caffè